Ti Racconto Un Libro Junior 2008

2 mar 2008


IL GIRO DEL MONDO IN OTTANTA GIORNI

alternative

di: Jules Verne

Compagnia: Gli Ammazzacaffè

Durata: 60

Phileas Fogg è un uomo ricco, non sposato e con abitudini regolari. La fonte del suo denaro è sconosciuta ed egli vive modestamente. Licenzia il suo precedente servitore James Forster, per avergli portato l'acqua per radersi più fredda di due gradi ed assume come rimpiazzo Jean Passepartout, un francese intorno alla trentina. Più tardi Fogg uscì alle 11.30 per recarsi al Club e così Passepartout rimase da sola nella sua nuova casa e cominciò subito ad ispezionarla. Arrivato al Reform Club, Fogg pranzò e poi si dedicò alla lettura dei quotidiani, verso sera lesse sul “Morning-Chronicle” che si poteva effettuare il giro del mondo in solo 80 giorni e comunicò ai suoi compagni di gioco di voler tentare l’impresa. Così Fogg e i suoi compagni: l’ingegnere Andrew Stuart, i banchieri John Sullvan e Samuel Fallentin, il birraio Thomas Flancgane e Gauthier Ralph, scommisero 20.000 sterline che Fogg non sarebbe riuscito a compiere il giro del mondo in soli 80 giorni.