Ti Racconto Un Libro 2010

3 , 5 e 9 nov 2010


OPINIONI DI UN CLOWN

alternative

di: Heinrich Böll

Compagnia: Schedia Teatro

Durata: 60

Ambientato a Bonn, in Germania , nella fase successiva al periodo nazista; tutta la storia si svolge in un arco di tempo di tre ore.
Hans è un giovane clown che dopo essere stato lasciato dalla sua fidanza, per motivi legati alla religione, ha un crollo psicologico che lo induce alla riflessione sul mondo circostante e su quella interiore. Diventa così un clown che non fa più ridere.
Sull’orlo di una crisi che sembra insanabile, decide di guardare ogni cosa con occhio critico, non accettando una società costruita sulle ipocrisie e la falsità, su dei valori borghesi che sembrano fittizi.
Nella ricostruzione di se stesso, analizzando la propria storia e mettendosi in discussione, non riesce a vedersi inserito in una realtà che non lo rappresenta. Ma il racconto sembra essere incentrato soprattutto su una critica spietata verso la società tedesca post nazista.


Heinrich Böll: biografia
E’ probabilmente l’autore tedesco più popolare del dopoguerra. Visse per la maggior parte della sua vita a Colonia. Nelle prime opere descrisse la guerra, la falsità dei suoi valori e gli anni anni difficili del primo dopoguerra. Böll era un cattolico di un moralismo intransigente, era antimilitarista, pacifista, radicalmente democratico. Tutta la sua narrativa è incentrata sui temi civili della denuncia e della lotta contro un sistema tedesco-occidentale che sotto la facciata liberale nascondeva, secondo l’autore, una vocazione autoritaria.
Nel 1972 Heinrich Böll ottenne il Premio Nobel per la letteratura.
Muore a Colonia nel 1985.